Utilizzando questo sito e proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookies. Approfondisci


MERCATINI D'ANTIQUARIATO

Forme di rame per budini Tutte le domeniche si svolgono un po' ovunque i mercatini d'antiquariato.Si trovano generalmente nella piazza principale del paese e nelle vie circostanti. In genere sono mercati di un antiquariato minore, quindi accessibili a tutte le tasche.Si può trovare di tutto:dal chiodo arrugginito al piccolo pezzo d'argento. L'importante,andando per acquisti è sapere i prezzi di cosa si sta cercando,non fidarsi di cosa vi dicono i venditori (sono quasi sempre tutte bugie!),documentarsi sulla collezione che si vuole intraprendere per essere voi stessi il migliore esperto e per ultimo non farsi convincere: se c'è qualcosa che non vi quadra, lasciate perdere tanto prima o poi trovate ancora l'articolo che vi interessa alle vs. condizioni.Oltre a questi mercatini ci sono periodicamente delle vere mostre di "alto antiquariato" e qui il livello cambia:sia per la merce venduta sia per i venditori.Naturalmente acquistando da queste persone avete una garanzia in più anche perchè è sempre meglio farvi rilasciare dichiarazione di cosa vi é stato venduto (in un futuro saprete sempre dove avete comprato l'oggetto e cosa ha dichiarato il venditore-carta canta!)
Colbacchi in pelliccia Ho inserito nel sito delle nuove pagine dove vi elencherò le date e i luoghi dove si svolgono i mercatini di antiquariato. Nei mercatini all'aperto troverete più che altro brik e brak,ma vi indicherò anche le Fiere e le mostre specializzate dove potrete ammirare oggetti di alto valore.Cercherò di essere il più precisa possibile ma declino ogni responsabilità in caso di errori di ogni genere.Se presenti, vi invito a contattare gli organizzatori degli eventi ai quali potrete chiedere ulteriori chiarimenti e conferme delle date di esposizione. L'elenco verrà aggiornato tutti i mesi e verranno aggiunti nuovi indirizzi partendo dal Nord Italia fino ad arrivare a coprire l'intero territorio nazionale. Metterò in elenco solo le piazze con un certo numero di espositori per evitare di farvi fare, magari, una lunga trasferta e poi trovare "quattro gatti". In linea di massima i mercatini che si svolgono sulle vie del paese non comportano nessun pagamento mentre per quelli che si tengono all'interno di spazi espositivi c'è un biglietto d'ingresso da pagare,se sarò a conoscenza dell'importo ve lo indicherò, ma il fatto che non metta nessuna notizia in merito non vuol dire che l'ingresso sia gratuito, potete informarvi ai numeri telefonici che vi indico. Spero di avervi fatto cosa gradita e vi auguro una buona passeggiata tra le cose del "tempo che fu".

LE PULCI DI PARIGI

Oggi sembra scontato intendere con l'espressione " mercato delle pulci " un'insieme di† bancarelle che offrono rigatteria varia e piccolo e medio antiquariato.L’origine dell’appellativo è francese anzi tutta parigina.Ancora oggi è obbligo per il turista , che abbia a disposizione qualche giorno per visitare Parigi,fare una capatina alle "puces" un vasto complesso di banchi, negozi,magazzini e brocanteur che si tiene tutti i venerdì , domenica e lunedì dell’anno (per gli addetti anche il giovedì)Il luogo è nella zona di Saint-Ouen.In questa zona, più di un secolo fa iniziò l’avventura di questo mercato. Si trattava di terreni di servitù militare,accidentati e non utilizzati da nessuno. Ci vollero vari decenni affinchè la richiesta da parte del Comune di Parigi allo stato di affidarglieli come terreno edificabile venisse accolta: avanzata nel 1883 venne accolta nel 1919! Nel frattempo gli stracciai ne presero possesso abusivamente e lì tenevano i loro commerci. Erano soprattutto gli "chiffoniers" che riciclavano tonnellate dei più svariati materiali primi fra tutti gli stracci con un volume d’affari di tutto rispetto. Con gli anni vennero costruiti anche i primi negozi, se ne parla come di una realtà riconosciuta già nel 1885. Malgrado il nome non si vendevano pulci anche se inevitabilmente qualche "ospite" passava dagli stracci dei venditori agli acquirenti (senza maggiorazione di prezzo!)†Già nelle cartoline della zona del 1905 si possono vedere i banchi dei venditori e la dicitura: "Marchè aux puces". grammofoni a tromba Il nome è stato ufficializzato dalla carta stampata (i Media) e così l’atto di nascita è completo.Le pulci, si sa, si moltiplicano con facilità e da Parigi si sono trasferite nelle altre città francesi e poi hanno passato anche i confini dello stato: ora in tutto il mondo si sa cosa si intende per questo mercato. Il mercato delle pulci di St-Ouen è uno dei più grandi d'Europa. La merce è a buon mercato,ma contrattare è d'obbligo, non fermatevi dal primo venditore perchè sicuramente ce ne sarà un'altro non molto più lontano con prezzi migliori.
Una raccomandazione: indossate scarpe comode e attenzione alle borse e portafogli, purtroppo il posto è pieno di scippatori, più che altro bambini che agiscono quasi sempre in branco. Per vederlo velocemente ci vuole almeno una mezza giornata, regolatevi di conseguenza e portatevi qualcosa da mangiare e bere perchè i bar che ci sono nella zona non sono proprio raccomandabili nè per l'igiene nè per i prezzi.


Se non visualizzi i menù vai alla mappa del sito.


Trova quello che cerchi nel sito o nel Web

 Piazza della Fiera  Google

Validato Tidy -CSS e HTML